Munchhausen
5/01/2006
  Sulla strada di casa
Non potevo immaginarlo.
Che, tornando, mi sarei ritrovato a camminare, smarrito, senza riuscire più riconoscere la strada di casa. Che ai lati della via avrei trovato enormi cataste di tronchi di alberi e fango ammucchiato, con i carabinieri a presidiare la zona neanche si trattasse di torri d' oro e platino. Che rivoli di acqua sporca di terra e rami spezzati potessero scavare letti di fiumi così profondi in mezzo ai tetti, in due soli notti. Che le mura esterne delle case vicino a cui passavo la mattina, non sarebbero state più bianche, ma ingrigite, ricoperte di schizzi neri come immerse in un mare di catrame colloso. Che c' è così tanta legna e terra in giro, da costruirci un enorme nido di rondini, grande quanto l' intera isola, tutto stà a trovare qualcuno disposto ad abitarci.
Non potevo immaginarlo.
Che l' uomo che l' altro ieri aveva lavorato sotto casa, sarebbe finito così presto e male, la quinta e sconosciuta vittima. Scivolato in mare sotto una frana, volato in cielo per cinquanta metri, e poi piombato sugli scogli, immobile, con l' osso del collo spezzato. Che aprendo la finestra, adesso vedo una lunga ferita scura scendere per la collina di fronte, e prima non c' era.
E non potevo sapere che
dobbiamo sempre sbattere, ad occhi chiusi, con il naso contro le pareti, per capire quanto è grande una stanza e fin dove possiamo spingerci, e dopo tutto questo tempo, non abbiamo ancora trovato un modo migliore per riuscirci.
 
Comments:
Che tristezza, Barone. Non ho scritto nulla in proposito, ma ti sono vicino e sono vicino a tutti quelli che piangono i loro cari.
 
grazie,ed
 
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
 
Mi dispiace, Barone.
Non sono in grado d'aggiungere altro.
Un abbraccio.
 
grazie presidente
è stato solo un giorno di rabbia, ma mi sono ripreso.
 
Ciao caro ministro, ho lasciato un messaggio su basecamp in cui chiedo ai ministri competenti che fare con la vicenda dei campi da calcio e i parchi gioco dei bambini, tu che dici? intanto se vuoi leggere le mie impressioni non calmierate puoi leggere il mio ultimo breve post. Ciao e grazie.
 
Non pensavo ti toccasse così da vicino. Mi dispiace tanto Barone. A presto
 
grazie, tis
 
Enjoyed a lot! »
 
Posta un commento



<< Home


Questo è un blog dedicato alla satira, alla politica, al calcio, alle ferrari, a così tante cose che neanche si possono elencare. Il barone di Munchhausen(o Munchausen) è fondamentalmente un egocentrico figuro del 1800, balzato in questo secolo per caso, mentre viaggiava a cavallo di una palla di cannone. Sbarcato in Italia, si è subito trovato piuttosto bene, ed ha iniziato a sparar cazzate un pò su tutto.

ARCHIVI
settembre 2005 / ottobre 2005 / novembre 2005 / dicembre 2005 / gennaio 2006 / febbraio 2006 / marzo 2006 / aprile 2006 / maggio 2006 / giugno 2006 / luglio 2006 / settembre 2006 / novembre 2006 / dicembre 2006 / febbraio 2007 / marzo 2007 / maggio 2007 / giugno 2007 /

Ricerche

Boing Boing
Caterpillar
Disinformazione
Digger
Google News
Goog le
Kelebekler
YAHOO!
Now that's Progress
Repubblica
Undernews
WikiPedia
Working for Change

Blogs

Cultura

Stefano Benni
Fiction Pub
Philip K. Dick
Antonio De Curtis
Online Books page
Liber Liber

Fumetti

Enki Bilal
Nathan Never
The Simpsons

Musica

Sting
Fiona Apple
Jeff Buckley
Jimy HendriX
Always on the Run
O.L.G.A.
Via del Campo

Motori

Go Kart
Formula 1
Ferrari
Valentino Rossi
M4Driving

Altri Sport

Maradona
Damiano Cunego
Luna Rossa
Soldini

Informatica

Driverzone
Cheat Planet
CHeat COdes
Winamp
Motorola
Photoshop Plugins
Photoshop Filters
Skins

Weird things

Prove sugli Ufo?
50 words Fiction
Last Night Party
The Onion
Atomic
Quanto vale questo Blog?

Iniziative


BlogGoverno

Boicotta i sondaggi, esci dalla logica


kilombo

Berluscounter

Berluscounter!


Bloggers for Equity

bloggers for equity
Amnesty International AMREF
Emergency Un ponte per...

Antipixel


Atom Feed FeedBurnerFeed
UBW member Invia anche tu la lettera al Presidente Ciampi!


Contatori




This page is powered by Blogger. Isn't yours?